Perforazioni petrolifere, pesca industriale e guerra minacciano la casa degli orsi polari. Salva l'Artico.

DOMANDE FREQUENTI

Come porterete il mio nome al Polo Nord?

Quando firmi la petizione il tuo nome viene aggiunto alla lista dei Difensori dell'Artico. Il prossimo aprile porteremo la lista al Polo Nord e la depositeremo sul fondale ghiacciato dell'oceano in una Capsula del Tempo, a perenne memoria di coloro che hanno agito per difendere questo prezioso ecosistema.

Che cos'è la Bandiera per il Futuro?

Nel punto in cui depositeremo la Capsula del Tempo pianteremo anche una Bandiera, che rappresenta il nostro impegno comune per salvare l'Artico e invia un messaggio di pace e di speranza. Greenpeace ha indetto un concorso (www.flagforthefuture.org) in collaborazione con l'Associazione Mondiale delle Guide Scout per trovare il disegno che sarà stampato sulla Bandiera. Il concorso si svolgerà fino al febbraio 2013. I disegni saranno poi giudicati da una giuria internazionale di cui fa parte anche la stilista Vivienne Westwood.

Quando si svolgerà la spedizione al Polo Nord, e come potrò seguirla?

La spedizione avrà luogo ai primi di Aprile 2013 e durerà circa cinque giorni. L'equipaggio sarà composto da persone provenienti da tutto il mondo, noi registreremo e condivideremo il loro viaggio e voi potrete seguirlo sulle nostre pagine web.

La capsula del tempo non inquinerà il mare?

No. Abbiamo lavorato con gli esperti per creare una capsula che resista al tempo e che non disturberà questo ambiente marino straordinario. Avrà la forma di una sfera realizzata in un materiale simile al vetro. Giacerà immobile sul fondo del mare e sarà completamente atossica. Dato che sarà una sfera non ci sarà nulla sulla sua superficie che possa catturare o ferire la fauna selvatica. I nomi dei difensori dell'artico saranno scritti su un materiale altrettanto inerte come cristallo, oro o platino. Ci impegniamo a recuperare la capsula nel 2050. Fino ad allora riposerà in pace sotto il ghiaccio in armonia con l'ambiente.

Ma a cosa servirà in pratica questa Lista dei Difensori, non è solo una cosa simbolica?

È un modo per dare alle persone normali la possibilità di far parte del futuro dell'Artico. È un simbolo della cooperazione internazionale che prevale sull' avidità delle multinazionali e sugli interessi particolari e a breve termine degli Stati. I paesi che cercano di spartirsi l'Artico per i combustibili fossili comprendono il potere del simbolismo. Ecco perché l'esploratore Artur Chillingarov piantò una bandiera russa sul fondo marino sotto il Polo nel 2007. Le persone che hanno firmato per questa campagna sapranno che il loro nome verrà lasciato al Polo Nord per difenderlo da queste avide spartizioni. La Capsula conterrà anche informazioni che ci auguriamo saranno utilizzate dagli attivisti e comunicatori del futuro.

Cosa accadrà alla capsula dopo? Sarà lasciata lì?

Abbiamo intenzione di recuperare la capsula del tempo nel 2050. A questo punto sapremo come gli esseri umani hanno risposto alla minaccia del cambiamento climatico. Gli scienziati dicono che entro questa data la civiltà umana deve aver ridotto le proprie emissioni di anidride carbonica di circa l'80 per cento per evitare le conseguenze più disastrose del riscaldamento globale. La capsula sarà progettata in modo tale che resista ai decenni di riposo sul fondo del mare senza compromettere l'ambiente marino. Sarà in materiale inerte e non tossico.

Cosa è accaduto in Antartide?

Il Trattato Antartico (ATS) regola i rapporti internazionali in Antartide. Il trattato è entrato in vigore nel 1961 e conta attualmente 49 firmatari. Sancisce la libertà di ricerca scientifica e vieta le attività militari sul continente. Una importante integrazione del trattato è il protocollo sulla protezione ambientale, che è entrato in vigore nel 1998. Questo accordo prevede la protezione dell'ambiente antartico attraverso cinque articoli specifici in materia di inquinamento marino, fauna e flora, valutazioni di impatto ambientale, gestione dei rifiuti e delle aree protette. Vieta inoltre tutte le attività relative allo sfruttamento delle risorse minerarie ad eccezione di quelle scientifiche.

Desktop_sta-what-we-should-do

Photo Ian Hannomansing.